Adult Friend Finder: 400 milioni di account trafugati

Adult Friend Finder: 400 milioni di account trafugati

Alcuni ricorderanno che qualche tempo fa Ashley Madison, vero e proprio colosso dell'infedeltà di copppia online, venne coinvolto in un attacco che portò alla violazione di milioni di informazioni riguardanti i propri utenti; ora un altro protagonista dello stesso settore sarebbe stato colpito con successo da un tentativo di sottrazione di dati personali.

Parliamo nell specifico della piattaforma Friend Finder Network che nei giorni scorsi avrebbe ammesso la perdita di circa 400 milioni di account registrati, questi ultimi sarebbero stati prelevati in buona parte dal servizio chiamato "Adult Friend Finder". Secondo le notizie attualmente circolanti le sottoscrizioni violate potrebbero essere almeno 400 milioni.

Continua dopo la pubblicità...

E' immaginabile che quanto accaduto possa creare diverse preoccupazioni a chi frequenta questo network, quando ad essere vittima di un attacco simile fu il già citato "Ashley Madison" gli account coinvolti erano stati "appena" 32 milioni, ma a rendere ancora più grave l'accaduto furono i ricatti con richieste di denaro anche ingenti inviati ad alcuni di essi.

Per il momento i responsabili del Friend Finder Network avrebbero tentato di rassicurare i propri utenti comunicando che l'azienda ha già dato vita ad un'indagine interna, procedura resasi necessaria per verificare quanto prima la reale entità del danno (tecnico ed economico) subito e per mettere in sicurezza i propri sistemi.

Oltre ad "Adult Friend Finder", per il quale sarebbero stati stimati circa 300 milioni di account trafugati, sarebbero stati attaccati anche altri servizi come per esempio "Cams.com" con 60 milioni di sottoscrizioni finite nelle mani dei crackers. L'incursione avrebbe poi permesso di scoprire che le informazioni di circa 15 milioni di utilizzatori cancellati sarebbero rimaste archiviate nei database.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.