Amazon : 2 nuovi centri in Italia

Amazon : 2 nuovi centri in Italia

Agognate (frazione di Novara) e a Spilamberto (provincia di Modena) dovrebbero ospitare i 2 nuovi centri di Amazon Italia nella Penisola, i lavori per la loro edificazione sarebbero già iniziati da qualche tempo e se tutto dovesse andare come programmato dal gruppo di Seattle è probabile che diventeranno attivi entro l'autunno di quest'anno.

Per quanto riguarda l'impatto occupazionale vi sarebbero in programma 1.100 nuove assunzioni a tempo indeterminato da effettuare nel corso del prossimo triennio, questi ultimi come i 2 nuovi centri dovrebbero contribuire al miglioramento della logistica in un periodo in cui lo shopping online è divenuto un'abitudine consolidata anche nel Belpaese.

Continua dopo la pubblicità...

Amazon deve gestire inoltre una rete di aziende partner formata da piccole e medie imprese che nel corso degli ultimi si è estesa notevolmente, presto i centri di distribuzione già esistenti siti presso Castel San Giovanni, Passo Corese e Vercelli potrebbero non essere più sufficienti per supportare adeguatamente l'attività dei merchant.

In Italia saranno quasi 10 000 i dipendenti di Amazon

L'investimento previsto dalla divisione nostrana del gruppo statunitense per questo progetto dovrebbe essere pari a 230 milioni di euro portando così ad oltre 6 miliardi di euro la spesa di Amazon in Italia per i suoi centri. I posti di lavoro creati dovrebbero essere poi poco meno di 10 mila in quanto i collaboratori già occupati sarebbero circa 8.500.

I due stabilimenti ora in costruzione non dovrebbero avere la stessa destinazione d'uso, solo il centro di Agognate (900 posti di lavoro) verrà dedicato alla logistica, quindi all'impacchettamento e alla spedizione della merce, mentre quello di Spilimbergo (200 assunzioni) sarebbe stato pensato invece come centro di smistamento verso i depositi finali.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.