Amazon e Deliveroo: l'Antitrust blocca l'accordo

Lo scorso maggio il gigante dell'e-commerce Amazon ha acquisito ingenti quote di Deliveroo, una delle più note società di food delivering a livello mondiale. L'accordo prevedeva che Jeff Bezos e soci versassero 575 milioni di dollari che Deliveroo avrebbe dovuto raccogliere come fondi mirati al finanziamento del proprio business.

Non si sarebbe quindi trattato di un'acquisizione vera e propria in quanto lo scopo delle trattative non era quello di trasfomare Deliveroo in una società controllata da Amazon, nonostante ciò l'operazione avrebbe attirato l'attenzione dell'Antitrust britannica decisa a bloccare i due contraenti in attasa di completare un'indagine sulle implicazioni dell'accordo.

Continua dopo la pubblicità...

Il dubbio dei componenti della CMA (Competition and Markets Authority) riguarda il fatto che si possa venire a creare una situazione in cui le altre realtà del food delivering (come per esempio Just Eat, Takeaway.com e Uber Eats) non riescano più ad agire in un regime favorevole alla concorrenza. Vi sarebbe quindi un rischio di monopolio per il comparto di riferimento.

A tal proposito è utile ricordare che in passato la stessa Amazon aveva cercato di partecipare in prima persona al mercato del food delivering, un business poi abbandonato e nel quale la compagnia statunitense potrebbe non essere più interessata ad operare dopo aver investito oltre mezzo miliardo di dollari in un gruppo che già opera nel settore.

Sempre a parere dell'Authority, la presenza di un soggetto dominante potrebbe tradursi in prezzi più elevati, minore cura della qualità del servizio e in un rapporto di forza nettamente sbilanciato a sfavore dei fornitori. Ad Amazon e Deliveroo sarebbero stati concessi 5 giorni di tempo per documentare le ragioni che dovrebbero fugare i timori del CMA.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.