Amazon: donazioni per l'Ucraina

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
  • CommentaScrivi un commento
  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteGreen Pass anche dopo la fine dello stato di emergenza
  • SuccessivoWhatsApp: nuovi strumenti contro le catene di Sant'Antonio
Amazon: donazioni per l'Ucraina

Il colosso dell'e-commerce Amazon ha deciso di mettere a disposizione la propria piattaforma per chi volesse effettuare delle donazioni in favore della popolazione ucraina colpita dalla guerra e in molti casi costretta a scappare dal proprio Paese per trovare rifugio dai bombardamenti. Le organizzazioni supportate sono per ora la Croce Rossa Italiana e Save the Children.

Le donazioni possono essere inviate tramite il sistema per i pagamenti elettronici Amazon Pay o attraverso il credito accumulato con il proprio account Amazon, vista la situazione venutasi a creare dopo l'invasione da parte della Russia le transazioni non subiranno alcun delay né verrà prelevata alcuna commissione sugli importi devoluti.

La Croce Rossa Italiana è attualmente impegnata in attività a supporto dei bisogni primari ivi compreso il ricollocamento delle persone soccorse in altri Paesi, nell'organizzazione dei volontari impegnati negli stati confinanti, nell'assistenza integrata (ad esempio trattamenti medici o infermieristici) e nel supporto psicosociale alle vittime del conflitto.

Per quanto riguarda invece Save the Children, l'organizzazione internazionale senza scopro di lucro sta svolgendo opera di distribuzione di alimentari, medicine, sostegni economici e kit igienici. A ciò si aggiungono attività di accoglienza per i bambini e le loro famiglie e al supporto psicologico finalizzato a superare il trauma dovuto agli scenari di guerra.

Tra gli altri contributi di Amazon alla causa ucraina è utile segnalare anche la fornitura di supporto logistico, settore in cui l'azienda fondata da Jeff Bezos rappresenta un'eccellenza, e la messa a disposizione della sua infrastruttura tecnico-informatica con lo scopo di proteggere il Paese da azioni di cyber war che potrebbero avere effetti negativi anche sulla popolazione.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti