Amazon e la neutralità del marketplace

Amazon e la neutralità del marketplace

La Corte di Giustizia Europea avrebbe stabilito che una piattaforma di commercio elettronico non deve essere considerata responsabile nel caso in cui ospiti prodotti che violano il copyright. Tale pronunciamento sarebbe stato effettuato a favore di Amazon ma riguarda tutti quei servizi che presentano al loro interno offerte di merchant esterni.

Tutto sarebbe nato da una disputa tra il colosso capitanato da Jeff Bezos e l'azienda Coty, una delle più grandi realtà mondiali nel settore della profumeria che ha tra i suoi marchi Wella, Rimmel, Bourjois e Max Factor. Quest'ultima avrebbe deciso di portare Seattle in un tribunale tedesco per tutelarsi contro lo stockaggio nei centri di logistica del profumo "Davidoff" su richiesta di terze parti.

Data la complessità dell'argomento, i giudici della Germania avrebbero deciso di passare il caso nelle mani della Corte del Lussemburgo. Un compito non semplice dato che la contestazione di Coty non avrebbe riguardato una vera e propria accusa di contraffazione, ma l'esigenza di tutelare un brand dalla possibilità che esso venga gestito senza tenere conto della volontà del produttore.

L'ultima sentenza avrebbe però chiarito che il semplice atto di immagazzinare un prodotto non dovrebbe essere tradotto in un'assunzione di responsabilità nei confronti del marchio coinvolto. In pratica il merchant che dovesse operare in contrasto con le leggi sul copyright continuerebbe a essere passibile di sanzioni anche nel caso in cui utilizzi marketplace non propri.

Continua dopo la pubblicità...

E' comunque probabile che nel prossimo futuro i tribunali verranno chiamati sempre più spesso a dirimere questioni del medesimo tenore, questo potrebbe accadere soprattutto per determinate categorie merceologiche (basti pensare agli articoli legati al mercato del lusso) riguardo alle quali le case madri pretendono la massima esclusività.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.