Amazon e lo sciopero del Black Friday

Amazon e lo sciopero del Black Friday

Le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil e Ugl avrebbero annunciato uno sciopero nel centro di distribuzione Amazon di Castel San Giovanni (provincia di Piacenza) previsto proprio per il 24 novembre. La notizia diventa particolarmente interessante considerando la scelta della data in cui cade il Black Friday, giorno che da ufficialmente il via al periodo dello shopping online con sconti e promozioni.

I lavoratori aderenti allo sciopero, che dovrebbe partire con il turno del mattino di venerdì per poi concludersi con l'inizio dello medesimo turno di sabato, starebbero richiedono alla compagnia un trattamento economico più elevato e adeguato alla crescita degli ultimi anni, sia per quanto riguarda le retribuzioni che relativamente ai premi di produzione.

Ad esse particolarmente interessati all'iniziativa potrebbero essere i magazzinieri, assunti con il contratto del commercio e operanti su tre diversi turni di lavoro (dalle 6 alle 14, dalle 14.30 alle 22.30, dalle 23 alle 6). Il loro stipendio sarebbe attualmente compreso tra i 1.100 e i 1.200 euro netti mensili distribuiti per 14 mensilità.

Tali cifre verrebbero considerate troppo basse dalle sigle sindacali coinvolte, soprattutto in considerazione di richieste di produttività ritenute molto elevate e del frequente ricorso della società a straordinari obbligati, lavoro notturno e lavoro domenicale. Il tutto mantenendo le retribuzioni al mnimo stabilito dal contratto nazionale di riferimento per il settore.

Attualmente lo stabilimento piacentino, un'area di 70 mila metri quadrati ormai operante da una decina d'anni, occuperebbe circa 4 mila dipendenti; di recente gli è stato affiancato un altro centro di distribuzione edificato presso Rieti, ma un eventuale blocco nel giorno previsto dai sindacati potrebbe determinare ritardi nell'evasione degli ordini in gran parte d'Italia.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.