Antitrust: i Big Data vanno monitorati

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteChrome: nuova gestione dei metodi di pagamento
  • SuccessivoFirefox: 5 dollari per le news senza advertising

AGCM (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) ha recentemente presentato il bilancio dell'attività svolta durante lo scorso anno, un report in cui l'Authority e il suo presidente Roberto Rustichelli hanno voluto sottolineare alcuni dei rischi connessi ad una digitalizzazione non sufficientemente controllata e regolamentata.

Tra questi ultimi vi sarebbe un'eccessiva concentrazione delle informazioni nelle mani di poche aziende, un fenomeno che la diffusione dei Big Data starebbe alimentando in modo esponenziale. Realtà come Google, Facebook e Amazon starebbero così acquisendo un potere sempre più difficile da limitare anche dal punto di vista politico ed economico.

Continua dopo la pubblicità...

Le grandi compagnie dell'High Tech avrebbero inoltre il vantaggio di poter operare contemporaneamente su diversi mercati, ciò potrebbe rappresentare un ostacolo per la libera concorrenza da parte di soggetti meno strutturati. In futuro, e qui apparirebbe chiaro il riferimento a Libra, tali multinazionali potrebbero arrivare a controllare in modo sempre più pervasivo sia i rapporti sociali che le dinamiche economiche.

Nello stesso modo AGCOM avrebbe chiesto maggiore cautela nel valutare l'impatto della trasformazione digitale, il timore è infatti che tale fenomeno possa rivelarsi esclusivo se non governato. Tra i settori da sottoporre a maggior controllo vi sarebbe quello della Fintech per evitare che si vengano a creare posizioni dominanti contrarie agli interessi di mercato.

In questi ambiti, e a fronte di un'adozione sempre più diffusa delle soluzioni per l'Intelligenza Artificiale, l'AGCM auspica una collaborazione di tutti gli stati membri dell'Unione Europea per la creazione del già programmato Mercato Unico Digitale. In questo modo si dovrebbe facilitare la nascita di startup innovative e massimizzare l'utilità degli investimenti per la più ampia platea possibile di imprese.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.