Apple: motore di ricerca in arrivo?

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteCommissione Europea: no allo scorporo nel Digital Services act
  • SuccessivoIl dominio Volunia.it è in vendita
Apple: motore di ricerca in arrivo?

Secondo quanto pubblicato nelle scorse ore dal Financial Times, la Casa di Cupertino sarebbe sempre più intenzionata a dotarsi di un motore di ricerca che le permetta di operare anche nel campo delle query senza dipendere da Google. Il progetto sarebbe in fase di accelerazione anche per via del fatto che attualmente Big G sarebbe oggetto di accuse da parte dell'Antitrust USA proprio a causa del suo motore di ricerca.

La diatriba tra Mountain View e l'authority statunitense riguarderebbe un sospetto di abuso di posizione dominante che potrebbe portare a definire l'azienda come operatore monopolista, se la conclusione dovesse essere questa Sundar Pichai e soci non avrebbero più la possibilità di pagare i produttori di dispositivi mobile perché usino Google come soluzione di default.

Continua dopo la pubblicità...

A questo proposito bisogna ricordare che Apple riceve annualmente un compenso molto elevato, calcolabile tra gli 8 e i 12 miliardi di dollari, per l'integrazione di Google nei sistemi operativi dei propri iPhone. Il rischio potrebbe essere quindi non solo quello di perdere un'importante fonte di guadagno, ma anche quello di dover scegliere in emergenza un'alternativa alla piattaforma ora in uso.

Il codice iOS 14 confermerebbe l'intenzione di Apple di sviluppare un motore di ricerca alternativo a Google

Alcuni sviluppatori avrebbero notato i primi indizi di un motore di ricerca targato Mela Morsicata analizzando il codice di iOS 14, per ora è però difficile prevedere se tale funzionalità rimarrà legata agli iDevice o, come nel caso della soluzione di Mountain View, verrà proposta anche sotto forma di sito Web liberamente accessibile da chiunque.

Il gruppo capitanato da Tim Cook dispone già di un proprio crawler che è attivo dal 2014 e ha quindi avuto tempo per indicizzare grandi quantità di contenuti, ad Apple non mancano nemmeno algoritmi di Intelligenza Artificiale con cui rendere sempre più precise le risposte alle query, ciò non significa però che sia in grado di offrire una piattaforma paragonabile per efficienza e quella di Google.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.