Chrome sconsiglia Edge per le estensioni

Chrome sconsiglia Edge per le estensioni

Microsoft Edge, il browser Web erede di Internet Explorer, è disponibile da alcune settimane in versione stabile con una codebase completamente rinnovata. Il progetto ha infatti abbandonato definitivamente il motore di rendering EdgeHTML preferendo quello di Chromium, lo stesso intorno al quale viene implementato Google Chrome.

A rendere il nuovo Edge più appetibile rispetto alle release precedenti è anche il fatto che esso offre piena compatibilità con le estensioni del browser di Mountain View, l'engine è come anticipato lo stesso. Fin qui tutto bene se non fosse che il Chrome Web Store starebbe sconsigliando l'utilizzo dell'applicazione di Redmond suggerendo agli utenti di preferire Chrome.

Questo particolare comportamento sarebbe stato notato dagli stessi sviluppatori di Microsoft, plausibilmente indispettiti dal fatto che Big G stia suggerendo tramite un banner che le medesime estensioni garantirebbero un livello di sicurezza più elevato e una user experience più soddisfacente quando utilizzate con Chrome invece che con Edge.

Se ciò non bastasse, a mandare su tutte le furie i collaboratori del gruppo di Satya Nadella vi sarebbe stato anche il fatto che tale avvertenza verrebbe visualizzata soltanto da chi accede al Chrome Web Store tramite Edge, agli utilizzatori di altri browser basati anch'essi sulla codebase di Chromium non sarebbe mostrato alcun banner.

Da notare che la segnalazione non definirebbe in alcun modo Edge come un browser instabile o insicuro (sarebbe paradossale dati gli ormai tantissimi punti in comune con Chrome), più propriamente si limiterebbe a definire il browser di Big G consigliabile. Più che di questioni tecniche parliamo quindi della più prosaica concorrenza tra vendor.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.