Coronavirus: quali conseguenze per il mercato della tecnologia?

I ricercatori di TrendForce hanno effettuato uno studio per capire quali siano state (e saranno) le conseguenze per il mercato della tecnologia derivanti dalla recente epidemia di Coronavirus (COVID-19). Secondo le loro stime l'impatto potrebbe essere particolarmente pesante sia dal punto di vista delle vendite che per quanto riguarda lo sviluppo di nuove infrastrutture.

Si prevede ad esempio che vi sarà un ritardo nello sviluppo delle reti 5G, medesimo discorso per quanto riguarda gli impianti di fibra ottica. Wuhan, la città cinese più colpita dal contagio, è infatti un'importante sede di produzione delle componenti necessarie a questi comparti. Naturalmente molto dipenderà dalla durata dell'emergenza.

Brutte notizie anche per i produttori di notebook che dovrebbero registrare una flessione del 12% in termini di vendite (più di quanto accadrà per il mercato dell'automobile con un calo di 8 punti), mentre non vi dovrebbero essere particolari problemi per chi realizzata memorie DRAM e NAND i cui processi di produzione sono ormai quasi completamente robotizzati.

Stando all'andamento attuale dell'epidemia Microsoft e Sony dovrebbero comunque riuscire a distribuire le loro console videoludiche di nuova generazione senza ritardi. Nello stesso modo il settore delle smart TV potrebbe superare incolume questo periodo non semplice, anche se su tale segmento peserebbe il calo della domanda da parte dei consumatori cinesi.

Maggiori danni potrebbero subire invece il comparto smartphone, con un calo previsto forse destinato ad assestarsi intorno al 12%, e quello smartwatch i cui upgrade dovrebbero arrivare entro metà 2020. In entrambi i casi si dovrebbe assistere ad un rallentamento della catena distributiva con maggiore penuria di device sul mercato.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.