Devin Wenig si dimette da CEO di eBay

Il consiglio di amministrazione di eBay ha confermato le dimissioni di Devin Wenig dalla carica di CEO del gruppo. Secondo alcuni analisti tale iniziativa potrebbe confortare le ipotesi secondo cui la compagnia essere pronta ad una riorganizzazione nonché alla vendita di alcune divisioni ritenute oggi non particolarmente remunerative.

Ad oggi il board di eBay sarebbe ancora alla ricerca di un sostituto, motivo per il quale la carica di CEO ad interim verrà mantenuta dal CFO (e vice presidente senior) Scott Schenkel fino a quando non ne verrà rivelato il nome. E' comunque probabile che l'esigenza sia quella di nominare una figura di rottura rispetto alla gestione di Wenig.

Continua dopo la pubblicità...

L'azienda avrebbe già affidato alla banca d'affari Goldman Sachs il compito di revisionare gli asset attualmente in attività, tra quelli che potrebbero essere ceduti nel corso dei prossimi mesi vi sono eBay Classifieds Group, per la collocazione dei brand locali a livello globale, e StubHub, piattaforma per la compravendita di biglietti per competizioni sportive, concerti, opere teatrali e altri eventi live.

Durante gli ultimi anni Ebay ha investito risorse ingenti per rinnovare l'esperienza di vendita dei propri merchant, a questo proposito è possibile citare l'implementazione di un algoritmo in grado di generare automaticamente inserzioni sulla base di tecnologie di analisi predittiva e machine learning. Nonostante ciò la concorrenza di Amazon si starebbe facendo sempre più pressante.

Elliott Management, detentore di un quota importante del capitale di eBay e attivista a difesa dei consumatori, aveva recentemente criticato il modello di business di Wenig sottolineandone l'inefficienza e la tendenza ad affrontare investimenti poco remunerativi. In seguito al suo commento vennero licenziati 135 lavoratori del gruppo.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.