Un Digital Services Act per le Big Company

Un Digital Services Act per le Big Company

Da tempo l'Unione Europea è impegnata in una vera e propria azione di contenimento nei confronti delle grandi società straniere (quasi sempre statunitensi e quasi sempre i soliti nomi) che operano nel Web e nell'alta tecnologia, compagnie accusate di limitare la libera concorrenza grazie alla posizione dominante acquisita nel mercato di riferimento.

Una delle ipotesi privilegiate è attualmente quella di obbligare tali aziende allo scorporo, realtà come Facebook, Google o Amazon potrebbero suddividere le proprie attività in altrettante società di minori dimensioni (se non addirittura operare delle cessioni) con lo scopo di favorire l'emersione di altri soggetti in grado di formulare un'offerta alternativa e magari più conveniente per l'utenza.

Posto che quella dello scorporo potrebbe essere la strada più difficile da percorrere, in questo momento sarebbe in discussione l'approvazione di un Digital Services Act appositamente dedicato alla responsabilizzazione delle Big Company High Tech, alla creazione di un sistema di valutazione e a possibili sanzioni a danno di tali compagnie.

E' necessario tutelare la libertà di migrazione dei dati degli utenti da una piattaforma ad un'altra

Di particolare interesse soprattutto queste ultime, l'intenzione dovrebbe essere infatti quella di penalizzare tutte le attività che puntano a scoraggiare lo spostamento dei dati da una piattaforma ad un'altra. In alcuni casi infatti, pur disponendo della piena titolarità delle proprie informazioni grazie al GDPR (General Data Protection Regulation), gli utenti europei incontrano notevoli difficoltà in fase di migrazione.

Continua dopo la pubblicità...

Per quanto riguarda il sistema di valutazione, quest'ultimo dovrebbe essere messo a disposizione degli utenti e degli investitori per dar loro la possibilità di esprimere un giudizio riguardante aspetti come la tempestività nella rimozione di contenuti ritenuti inidonei o la conformità con il versamento delle imposte dovute agli stati in cui si opera.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.