Gli effetti della pandemia sul Digital Divide

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteIl Garante blocca IO per problemi di privacy
  • SuccessivoBitcoin: aggiornamento a Taproot in novembre
Gli effetti della pandemia sul Digital Divide

Un report pubblicato dall'UNU (Università delle Nazioni Unite) e dall'UNITAR (United Nations Institute for Training and Research) evidenzierebbe come la pandemia mondiale di COVID-19 avrebbe inasprito ulteriormente il Digital Divide esistente tra le aree geografiche tecnologicamente più avanzate e quelle ancora in via di sviluppo.

A tal proposito basterebbe citare il dato secondo cui nel corso del primo trimestre dell'anno passato le vendite di dispositivi elettrici elettronici nei paesi ad alto reddito sarebbe calata di circa 5 punti percentuali, mentre per quanto riguarda le realtà a medio e basso reddito il decremento sarebbero stato del 30%. Nel complesso il dato globale si sarebbe assestato su un -1.4%.

Un altro indizio che sembrerebbe confermare ulteriormente le conclusioni presentate riguarderebbe la produzione dei rifiuti elettronici, i cosiddetti RAEE (Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche), che nel periodo preso in esame sarebbe diminuita di 4.9 milioni di tonnellate per un calo percentuale pari a 6.4 punti rispetto al 2019.

Mentre una parte relativamente ristretta della popolazione mondiale avrebbe reagito ai lockdown tramite una conversione per molti versi forzata verso il Digitale, dall'altra intere regioni avrebbero visto diminuire la propria capacità di adattarsi ai cambiamenti tecnologici in atto. Questo per via di vari fattori che vanno dalle disponibilità economica al ritardo infrastrutturale.

Continua dopo la pubblicità...

Particolarmente grave il dato riguardante alcune aree come per esempio quella Subsahariana dove tra il 2018 e il 2019 sarebbe stata individuata una tendenza alla crescita dei consumi poi praticamente bloccata dall'avanzare della pandemia. Del tutto opposto invece l'andamento in Europa, USA, Australia e Nuova Zelanda dove i consumi sarebbero invece aumentati.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.