Fatturazione elettronica: richiesta una nuova proroga

Fatturazione elettronica: richiesta una nuova proroga

I rappresentanti del CNA (Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media impresa) avrebbero richiesto una proroga estesa per tutto il 2019 del regime transitorio sull'obbligatorietà della fatturazione elettronica. A loro parere infatti l'attuale normativa apparirebbe inidonea per un passaggio definitivo all'e-fattura di tutti i soggetti coinvolti.

A sostegno delle proprie argomentazioni il CNA farebbe notare che attualmente le aziende che producono le loro fatture in formato cartaceo sarebbero ancora il 14% sul totale, queste ultime riuscirebbero poi ad inviare la documentazione al Sistema d'Interscambio consegnandola a dagli intermediari per la trasformazione in fatture digitali.

La fatturazione elettronica nasce per velocizzare l'interazione tra imprese e Agenzia delle Entrate, ma date le difficoltà manifestate da alcune aziende nell'adeguamento alla nuova normativa, in alcuni casi essa si starebbe rivelando un ulteriore impegno in termini di tempo e di denaro che si aggiungerebbe ai già numerosi oneri previsti per gli operatori economici.

La richiesta del CNA non sembrerebbe quindi limitarsi alla disponibilità di un periodo più lungo per il regime transitorio, che riguarda in particolare i termini di emissione e registrazione delle fatture elettroniche, ma suggerire anche la necessità di modalità semplificate per l'espletamento dell'obbligo, anche in considerazione di una cultura digitale ancora poco diffusa nel Paese.

Continua dopo la pubblicità...

A questo punto si attende l'eventuale risposta da parte dell'Agenzia e delle istituzioni preposte, attualmente il termine previsto per emettere e trasmettere le fatture è pari a dieci giorni. In linea generale l'iter per l'introduzione dell'obbligatorietà si è però dimostrato poco flessibile e resistente alle proroghe richieste da diverse associazioni di categoria.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.