Firefox anche a 64 bit

Firefox anche a 64 bit

Contestualmente al recente rilascio di Facebook 43 gli sviluppatori della Fondazione Mozilla hanno reso disponibile anche la prima versione definitiva del browser Web Open Source per le architetture a 64 bit; con questo aggiornamento viene colmato un limite in termini di ottimizzazione che da tempo gravava sul progetto.

Fino ad ora gli utilizzatori dell'applicazione erano costretti ad impiegare in ogni caso la release a 32 bit, una mancanza di alternative che finiva per pesare anche in modo rilevante sul livello delle prestazioni e che, in non pochi casi, avrebbe contribuito ad una migrazione verso soluzioni alternative come per esempio Google Chorme.

Continua dopo la pubblicità...

L'integrazione di tale supporto per Linux, Windows e OS X non sarebbe però l'unica novità proveniente in questi giorni dalla Foundation, altrettanto importante è stato il lavoro che ha portato gli sviluppatori di Firefox a trasformare in API (Application Programming Interface) i cosiddetti plugin NPAPI (Netscape Plug-in Application Programming Interface).

A causa di ciò i plugin NPAPI dovrebbero diventare obsoleti entro il prossimo anno, molto probabilmente per la fine del 2016, e il team del borwser dovrebbe smettere di offrire supporto ad essi; una piccola rivoluzione per Firefox che potrebbe così rinunciare completamente ai componenti aggiuntivi in favore delle interfacce native.

Mozilla avrebbe comunque intenzione di fare un'eccezione per quanto riguarda il Flash Player, un plugin multimediale ancora oggi utilizzatissimo almeno per quanto riguarda il Desktop; per questo scopo la Fondazione starebbe collaborando con Adobe al fine di fornire un'estensione quanto più sicura e performante possibile.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.