Google: più crowdfunding e meno advertising

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteUn malware minaccia Android e i network professionali
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup
Google: più crowdfunding e meno advertising

Curiosamente proprio Mountain View, cioè una multinazionale miliardaria che deve la maggior parte dei suoi incassi alla pubblicità online, starebbe conducendo una sperimentazione basata sul crowdfunding come metodo alternativo all'advertising per la raccolta di fondi finalizzati al finanziamento di nuovi progetti in Rete.

Tale esperimento prende il nome di Contributor e di per sè non rappresenterebbe qualcosa di realmente innovativo per il panorama del Web; sostanzialmente quest'ultimo dovrebbe permettere di "liberare" le pagine dei siti Internet dagli annunci pubblicitari consentendo l'accesso a capitali recuperati sulla base di donazioni volontarie.

Insomma, come anticipato dietro all'iniziativa non vi sarebbe tanto un'idea originale quanto l'intenzione di mettere alla prova le potenzialità di un specifico modello di business; ad essere sorprendente è semmai il fatto che a lanciare tale progetto vi sia una realtà come Google che, per via di AdWords, dovrebbe essere spinta da interessi opposti.

La sperimentazione prevede l'elargizione di picco somme, si andrebbe infatti da un minimo di un dollaro fino ad un massimo di tre; il donatore dovrebbe veder sparire la pubblicità dalle pagine del sito finanziato (con tanto di sfocatura a carico dei banner) e, per contro, veder comparire un messaggio di ringraziamento.

Continua dopo la pubblicità...

Inutile dire che una formula del genere potrebbe risultare particolarmente interessante per i siti Web a scopo informativo (realtà come Urban Dictionary, WikiHow e Mashable starebbero già partecipando all'iniziativa), ma è anche vero che il suo funzionamento potrebbe variare di molto a seconda della generosità degli utenti di riferimento.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.