High Tech e Borsa: chi ha vinto e chi ha perso nel 2014

FMC ha recentemente messo a disposizione i dati relativi ad una rilevazione dedicata ai risultati borsistici di oltre 40 aziende operanti nei settori ad alto contenuto tecnologico come per esempio IT, TLC, network e servizi per la comunicazione; ne emerge un panorama dove prevedibilmente avrebbero prevalso i produttori di soluzioni legate alla mobilità.

A registrare la maggiore capitalizzazione dello scorso anno sarebbe stata la Casa di Cupertino grazie ad un accumulo di valore prai a ben 651 miliardi di dollari, parliamo quindi di un incremento del 45% nell'arco di 12 mesi che avrebbe interessato anche un'altra azienda, la HP, per la quale però la capitalizzazione si fermerebbe a 75 miliardi di dollari.

Continua dopo la pubblicità...

Buone notizie anche per la Casa di Redmond, il cui andamento azionario era stagnante da circa un decennio, che avrebbe registrato una crescita pari al 32% in un anno; positiva la tendenza di Oracle con un +20% a cui farebbero da contraltare i risultati non entusiasmanti della IBM (14%) e della multinazionale tedesca SAP (-7%).

Mark Zuckerberg e soci possono festeggire un'incremento del 36.5% a favore della capitalizzazione di Menlo Park, lo stesso non potrebbe accadere invece per Larry Page e il resto del board di Big G che dovrà gestire una perdita pari al 6%; Mountain view continuerebbe però ad essere ben più capitalizzata (325 miliardi di dollari) del Sito in Blue (220 miliardi).

Da segnalare Redmond in seconda posizione tra le aziende più capitalizzate con 380 miliardi di dollari, seguirebbe la già citata Big G e dalla sudcoreana Samsung (la più ricca tra le compagnie asiatiche) con 195 miliardi di dollari. Da segnalare che grazie all'acquisizione del colosso della virtualizzazione VMware la Accenture può ora vantare una capitalizzazione superiore ai 50 miliardi di dollari.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.