IBM crea Kyndryl per i Managed Services

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteIl Fintech crea nuovi miliardari
  • SuccessivoMiSE: al via il bando per progetti sulla Cybersecurity
IBM crea Kyndryl per i Managed Services

Entro la fine dell'anno corrente IBM dovrebbe dar vita a Kyndryl, una compagnia completamente indipendente a cui affidare tutti gli asset del comparto MIS (Managed Infrastructure Services) prima gestiti dalla divisione Global Technology Services del colosso fondato da Charles Ranlett Flint e attualmente capitanato da Arvind Krishna.

L'amministratore delegato di Kyndryl, società che avrà sede negli USA presso la città di New York, è il già nominato Martin Schroeter, il suo lavoro verrà comunque facilitato dal gran numero di partner tecnologici derivanti dalla paternità di Armonk e da un portafoglio di base che conta già sul nascere circa 4.600 clienti sparsi in tutto il Pianeta.

La creazione di questo spin-off da parte di Big Blue non arriva comunque del tutto inattesa, lo stesso CEO di IBM aveva anticipato tale operazione nell'ottobre dello scorso anno annunciando che il gruppo desiderava concentrarsi sul settore dell'Ibrid Cloud rinunciando al controllo diretto su tutte la attività che potrebbero essere lontane dal nuovo core business.

Il compito di Kyndryl sarà principalmente quello di gestire le infrastrutture tecniche per conto terzi, il suo nome deriva invece dall'unione di due termini: "kinship" (affinità) e "tendril" (viticcio). Tutti i contratti inerenti il MIS in essere con gli utenti di IBM continueranno a rimanere attivi così come non dovrebbe mutare la tipologia dei servizi erogati.

Continua dopo la pubblicità...

IBM non è nuova alla dismissione di asset rilevanti, a tal proposito è possibile ricordare la cessione dei sui servizi per l'assistenza clienti a Synnex, avvenuta nel 2013 in seguito ad un'offerta pari a mezzo miliardo di dollari, e la vendita a Lenovo per 2.3 miliardi di dollari, risalente al 2014, dell'intera divisione che si occupava della produzione di PC.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.