Influencer marketing: l'Antitrust indaga

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteAmazon: spedizioni a carico dei venditori per i prodotti CRaP
  • SuccessivoRilasciato WordPress 3.0.1

Per quanto ormai diffusissime, le campagne basate sull'influencer marketing rimangono una forma di advertising atipico. Le perplessità riguardanti queste particolari offerte pubblicitarie attengono soprattutto al fatto che non sempre è possibile verificare quanto un prodotto sia stato effettivamente oggetto di promozione da parte di chi lo ha mostrato all'interno di una condivisione.

Per chiarire la natura del problema, basti pensare ad un influencer che posta un contenuto su Instagram, ad esempio una storia in cui è ritratto mentre indossa un capo di abbigliamento di un particolare brand. In che modo capire se ciò sia stato frutto di un accordo con il titolare del marchio o semplicemente delle proprie preferenze in fatto di shopping?

Si sarebbe quindi creata una zona grigia riguardo alla quale l'autorità Antitrust avrebbe deciso di indagare. Il sospetto è che l'influencer marketing venga utilizzato spesso in modo poco trasparente. Gli utenti sarebbero non di rado ignari del fatto che ciò che stanno visualizzando è in tutto e per tutto un inserimento a carattere commerciale.

Fino ad oggi, per ovviare al problema è stata praticata la via di una sostanziale autoragolamentazione, seppur sotto lo sguardo vigile dell'Authority. Tale strategia è basata sull'utilizzo di alcuni hashtag, come per esempio #ad, #adv o #advertising, da apporre sui contenuti il cui fine è (anche) quello di suggerire un acquisto.

Continua dopo la pubblicità...

Ora però alcune segnalazioni provenienti da associazioni dei consumatori avrebbero evidenziato i limiti di questo approccio, è l'Antitrust avrebbe deciso di lavorare a stretto contatto con la Guardia di Finanza per verificare la portata di un fenomeno apparentemente sempre più esteso, anche tramite controlli effettuati nelle sedi delle società potenzialmente coinvolte.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.