Intel punta 1 miliardo su Moovit

Intel punta 1 miliardo su Moovit

Secondo indiscrezioni circolate nelle scorse ore tra gli analisti finanziari il colosso Intel sarebbe interessato all'acquisizione della software house israeliana che ha creato e gestisce l'applicazione Moovit. Quest'ultima è una piattaforma ormai diffusa a livello intenazionale che consente di pianificare spostamenti tramite il trasporto pubblico.

Tra le due aziende sarebbero già in corso delle trattative e, sempre stando ai rumors attualmente disponibili, l'offerta formulata dalla dirigenza di Intel dovrebbe ammontare a 1 miliardo di dollari. Se l'operazione dovesse andare effettivamente in porto sulla base di tale cifra Moovit potrebbe rendersi protagonista di un'exit particolarmente remunerativa.

Continua dopo la pubblicità...

Fino ad ora infatti il progetto (inizialmente chiamato "Tranzmate") dovrebbe aver raccolto finanziamenti per oltre 130 milioni di dollari, parte dei quali versati dalla stessa Intel, una dotazione con cui Moovit sarebbe riuscita a raccogliere ben 750 milioni di utilizzatori e un mercato di riferimento esteso a circa un centinaio di Paesi tra i quali anche la Penisola.

L'applicazione è riuscita a far parlare di sé anche nel corso della crisi legata alla pandemia Coronavirus (SARS-CoV-2), i suoi sviluppatori hanno implementato infatti delle funzionalità appositamente dedicate alla mobilità d'emergenza on-demand grazie alle quali è stato più semplice garantire il trasporto sicuro di grandi quantità di lavoratori.

Se Moovit dovesse entrare a far parte della grande famiglia di Intel non si tratterebbe della prima società israliana acquisita da parte del gruppo di Santa Clara. Appena pochi mesi fa, alla fine del 2019, Intel divenne proprietaria della Habana Labs, una startup specializzata in tecnologie per l'AI che venne ceduta al prezzo di 2 miliardi di dollari.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.