Italia: i laureati in materie Stem sono troppo pochi

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
 Italia: i laureati in materie Stem sono troppo pochi

Tra i problemi che pesano sullo sviluppo del nostro Paese vi sarebbe anche la scarsa disponibilità di persone fomate in materie Stem (Science, Technology, Engineering e Mathematics), parliamo infatti di competenze ormai fondamentali in una realtà globale sempre più digitalizzata e sempre più dipendente dalle innovazioni tecnologiche.

Secondo lo studio intitolato "Rethink Ste(a)m education - A sustainable future through scientific, tech and humanistic skills" dell'Osservatorio Stem di Deloitte, alla base di tale problematica vi sarebbe anche il ridotto numero di laureati in materie Steam che escono dalle università italiane. Appena il 24.5% rispetto al totale dei laureati della Penisola.

Per disporre di un termine di paragone, basti pensare che in Germania (dati aggiornati al 2019) tale percentuale sale al 36.8% (in pratica oltre un laureato sul tre). Sorprende inoltre il dato Greco con il 27.3% seguito da quello del Regno Unito (26.2%) e della Francia (25.8%). In Europa l'Italia farebbe comunque meglio della Spagna (22%) e di Malta con il 17.1%.

Un altro dato interessante è quello che riguarda il coinvolgimento della componente femminile nelle materie Stem. Nella Penisola, ad esempio, le donne che si laureano conseguendo tali competenze sarebbero appena il 14.5%, confermando l'esistenza di un problema culturale che vede queste ultime indirizzarsi soprattutto verso studi umanistici.

A commento di questa evidente sperequazione andrebbe ricordato che generalmente in Europa il numero delle laureate supera quello dei laureati arrivando in alcuni casi al 60% sul totale di chi ha conseguito tale titolo. Analizzando le sole materie Stem il dato finirebbe invece per risultare capovolto con un contributo femminile di appena il 39%.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti