L'Appstore di Amazon è un buon business per gli sviluppatori

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
  • CommentaScrivi un commento
  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteFacebook personalizza l'advertising "spiando" la navigazione
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup

Nel giro di appena 12 mesi il numero della Apps disponbili nel marketplace Appstore del colosso del commercio elettronico Amazon sarebbe triplicato; ora la piattaforma conterebbe circa 240 mila soluzioni pronte per il download in Android con alcuni adattamenti per il Kindle Fire.

Si tratta di un ottimo risultato raggiunto forse a pochi giorni (se non ore) di distanza dal lancio di quello che dovrebbe essere il primo smartphone prodotto da Jeff Bezos e soci, un dispositivo che dovrebbe presentare ben 6 fotocamere delle quali ben 4 destinate all'interpretazione delle gestures.

Una recente rilevazione svolta dagli analisti di IDC avrebbe rivelato che lavorando per il tablet Kindle Fire circa il 65% degli sviluppatori riuscirebbe ad ottenere un profitto complessivo paragonabile (se non addirittura superiore) a quello conseguibile per i device basati su Android "puro" o iOS.

A ciò si dovrebbe aggiungere un 75% calcolato sul profitto medio per applicazione/utente e, non ultimo, il fatto che essendo il Fire OS una variante del Robottino Verde le sue applicazioni possono essere facilmente modificate per l'adattamento su Android.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti