L'iPhone incrementa i profitti di Apple

L'iPhone incrementa i profitti di Apple

Se la Casa di Cupertino può vantare ancora oggi bilanci più che floridi e un brand che vale oltre 100 miliardi di dollari, lo deve ancora in parte al fondatore Steve Jobs; l'ultima trimestrale presentata agli azionisti lo confermerebbe, infatti, la maggior parte dei guadagni dell'azienda deriverebbe ancora dalle vendite di iPhone.

Quando si parla del melafonino è veramente difficile ignorare i numeri prodotti da questo dispositivo a livello commerciale, parliamo di ben 40 milioni di smartphone che hanno abbandonato gli scaffali dei negozi nel corso dell'ultimo quarto fiscale del 2014. Di questi ultimi alcuni milioni sarebbero dei modelli di iPhone 6 e iPhone 6 Plus.

Continua dopo la pubblicità...

Gli utili del trimestre appena passato maturati grazie all'attività di Tim Cook e soci sarebbero stati pari a ben 8.47 miliardi con un incremento del 13% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso; ciò si tradurrenbbe in un guadagno pari a 1.42 dollari per singolo titolo azionario contro gli 1.31 dollari inizialmente previsti dagli analisti finanziari.

Ottime notizie anche per quanto riguarda il fatturato che si sarebbe attestato sui 42.12 miliardi di dollari con una crescita di ben 12 punti percentuali; da segnalare l'espandersi del mercato di Apple nel Vecchio Continente con un +19% a fronte del pur soddisfacente +17% registrato all'interno dei confini americani.

Per contro, non sarebbero particolarmente favorevoli le notizie relative alle vendite di iPad, device che sembrerebbe risentire di una scarsa capacità d'innovazione; il tablet di Cupertino infatti sarebbe stato venduto in "appena" 12.3 milioni di esemplari a fronte di 13.27 milioni di dispositivi commercializzati nello stesso periodo del 2014.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.