Microsoft e Ue: accordo sul ballot screen

Microsoft e Ue: accordo sul ballot screen

Dopo anni di trattative serrate, la Casa di Redmon e l'Unione Europea hanno finalmente raggiunto un accordo sul cosiddetto ballot screen che dovrebbe permettere agli utenti di scegliere quale browser predefinito utilizzare sui sistemi operativi Windows.

In pratica, attraverso l'accordo la Microsoft si impegna a mettere a disposizione degli utilizzatori di Windows un'interfaccia (choice screen o ballot screen) per la libera selezione di un browser alternativo rispetto al programma di navigazione made in Redmond, Internet Explorer.

Continua dopo la pubblicità...

In caso di violazione dell'accordo, Microsoft dovrebbe pagare una penale abbastanza pesante dal punto di vista economico, l'Unione Europea ha infatti previsto una sanzione pari ad un massimo del 10% del turnover annuale complessivo dell'azienda.

L'intero accordo potrà essere rivisto tra due anni, nel frattempo la Casa di Redmond dovrà effettuare una comunicazione per approvazione alla UE ogni volta che intende apportare una modifica al ballot screen.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.