MiSE: Blockchain per la tracciabilità nel tessile

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email

Lo scorso 13 marzo il MiSE (Ministero dello Sviluppo Economico) ha lanciato un progetto dedicato all'utilizzo della Blockchain e delle tecnologie distribuite per la certificazione delle filiere produttive. L'idea è quella di utilizzare queste ultime per garantire al consumatore che le informazioni riguardanti origine, lavorazione e distribuzione di un prodotto siano affidabili.

Uno dei primi settori interessati dal progetto dovrebbe essere quello del tessile, tra i più esposti alla contraffazione. L'obbiettivo è quindi quello di salvaguardare il Made in Italy, a partire dalla tracciabilità della materia prima utilizzata, registrando anche gli interventi effettuati per massimizzare la sostenibilità ambientale del cicolo produttivo.

La scelta di questo comparto per le sperimentazioni iniziali non sarebbe stata casuale, infatti, a parte le già note implicazioni legate al mercato del falso, in passato il tessile si sarebbe dimostrato spesso restio ad investire su tecnologie utili per il tracciamento della filiera. Ciò avrebbe comportato perdite ingenti sia in senso economico che occupazionale.

La Blockchain potrebbe quindi rappresentare uno standard dove ancora non esistono delle specifiche comunemente osservate, soprattutto in presenza di un quadro normativo che lascerebbe ancora largo spazio alle interpretazioni dei singoli. Si partirebbe però da un settore dove appena il 5.3% degli operatori disporrebbe di conoscenze almeno elementari sul funzionamento delle DLT (Distributed Ledger Technology).

Se tale trasformazione digitale ci sarà ciò non potrà quindi avvenire in tempi brevi. Prima che un piano per l'applicazione del progetto venga redatto saranno comunque necessarie alcune settimane, fatto questo è probabile che i primi test vengano effettuati a partire da giugno coinvogendo via via tutte le imprese potenzialmente interessate.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti