Nuovi datacenter europei per Apple

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteFacebook viola le normative sulla privacy?
  • SuccessivoEscluso il ritorno della penale per cambio operatore
Nuovi datacenter europei per Apple

La Casa di Cupertino ha deciso di costruire due nuovi datacenter all'interno dei confini europei, tali stabilimenti dovrebbero essere localizzati in Irlanda e in Danimarca caratteizzandosi da un bassissimo livello di impatto ambientale, per entrambi infatti dovrebbero essere utilizzate unicamente fonti di energia rinnovabili.

Nel complesso i vertici della Apple dovrebbero dare vita ad un investimento pari a 1.7 miliardi di dollari, per contro gli utilizzatori di servizi della Mela Morsicata che abitano nel Vecchio Continente dovrebbero avere a disposizione alcuni vantaggi, come per esempio connessioni più performanti e stabili che in passato.

Continua dopo la pubblicità...

Commentando l'iniziativa della propria azienda il CEO Tim Cook avrebbe dichiarato che essa rappresenta il più grande investimento mai operato dal gruppo in territorio europeo; se tutto dovesse andare per il meglio i due centri per l'elaborazione dati dovrebbero permettere la creazione di centinaia di nuovi posti di lavoro.

Gran parte delle responsabilità relative all'edificazione di questi impianti dovrebbe gravare sulle spalle di Lisa Jackson, Vice President Environmental Initiatives di Cupertino, il cui mandato comprende la rinuncia all'impiego di combustibili fossili e la creazione di partnership con società locali impegnate nella produzione di energia eolica.

I due datacenter dovrebbero essere completati entro il 2017 e occupare un'area pari a circa 166 mila metri quadri ciascuno; per la precisione lo stabilimento irlandese dovrebbe essere costruito nei pressi di Athenry (contea di Galway), mentre per quello danese sarebbe stata scelta Viborg (regione dello Jutland centrale).

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.