PMI e Digitale: meno burocrazia per aiutare le esportazioni

PMI e Digitale: meno burocrazia per aiutare le esportazioni

Uno studio condotto da Alibaba Group e YouGov sottolinea come ad oggi il 52% delle PMI europee esporterebbe già i propri prodotti a livello internazionale, i destinatari delle spedizioni sarebbero in particolare altri stati membri dell'Unione e in generale sarebbe diffusa la convinzione che non limitarsi al mercato locale rappresenterebbe una questione di sopravvivenza.

Esisterebbe quindi un 48% di imprese che ancora oggi non si sono attrezzate per vendere oltreconfine, questo nonostante le restrizioni dovute all'emergenza pandemica abbiano praticamente obbligato milioni di attività economiche a dotarsi di strumenti per il commercio elettronico, la visibilità online e la comunicazione a distanza con clienti e fornitori.

A frenare l'iniziativa delle imprese che ancora non esportano verso l'estero tramite il Digitale sarebbero in particolare i costi di trasporto (citati dal 19% del campione analizzato), la mancanza di personale (18%) e le normative e la burocrazia che spesso cambiano anche notevolmente a seconda del Paese nel quale si desidera vendere (15%).

Per quanto riguarda le regole a cui sono vincolati gli esportatori, il 42% degli intervistati avrebbe affermato che una semplificazione delle procedure burocratiche incentiverebbe la vendita di prodotti all'estero. Tale percentuale salirebbe ulteriormente, fino a raggiungere il 48%, tenendo conto delle sole aziende che già operano esportazioni.

Continua dopo la pubblicità...

Da sottolineare infine il ruolo dei marketplace, come per esempio quello di Amazon, che consentono di avvalersi da subito di una logistica avanzata e di strumenti per l'e-commerce, a tal proposito oltre l'80% delle imprese coinvolte nella rilevazione riterrebbero queste piattaforme più performanti rispetto ai siti Internet di proprietà delle aziende.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.