Polemiche sui TDL generici

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteGoogle si schiera per la libertà della Rete
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup
Polemiche sui TDL generici

Il GAC (Governmental Advisory Committee) avrebbe recentemente inviato all'ICANN (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers) una lunga lista di osservazioni notevolmente preoccupate sulla futura adozione dei nuovi domini generici.

I gTLD in approvazione trasformerebbero le estensioni dei nomi a dominio in riferimenti ideomatici, saranno infatti disponibili suffissi molto richiesti come per esempio ".movie", ".music", ".blog" e ".money" così come altri che potrebbero suscitare polemiche.

Si pensi per esempio ad estensioni come ".bible" o ".islam", finendo nelle mani dei registranti sbagliati potrebbero offendere larghi strati di popolazione dando luogo a reazioni anche incontrollate; una preoccupazione legittima che l'ente per l'assegnazione degli standard sui TLD non potrà ignorare.

Giganti come Amazon starebbero già cercando di assicurarsi estensioni come per esempio ".shop" e ".video", inziative che alcuni analisti avrebbero letto come potenzialmente dannose per la libera concorrenza; le obiezioni inviate all'ICANN potrebbero suggerire all'ente di rinviare i tempi previsti per il rilascio.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.