La RAI dice addio a YouTube

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
La RAI dice addio a YouTube

L'accordo tra YouTube e la RAI per la visualizzazione dei filmati di quest'ultima sul noto servizio per il video streaming di Mountain View sarebbe saltato; ciò significa che gli oltre 40 mila contenuti dell'emittente italiana caricati sulla piattaforma dovrebbero essere rimossi a partire dal primo giugno.

La fine della partnership fino ad ora in atto tra i due gruppi si dovrebbe quindi concludere entro pochissimi giorni, questo (parrebbe) per via del fatto i termini economici della collaborazione non incontrerebbero più il favore dei vertici di Viale Mazzini

Secondo indiscrezioni, l'ulteriore accordo tra le parti avrebbe previsto l'upload di circa 7 mila nuovi filmati all'anno, questo in cambio di una contropartita forfettaria pari a 700 mila euro, quindi indipendente dalla quantità di click o di views generate.

In questo modo l'azienda nostrana dovrebbe essere in grado di spostare gran parte del traffico prima diretto verso YouTube sui propri portali Internet, ma a priori non sarebbe possibile calcolare se ciò debba necessariamente tradursi in un vantaggio economico per la RAI.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti