La UE indaga su WhatsApp

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteiOS 10 migliora le prestazioni e cambia (di poco) la UI
  • SuccessivoTwitter: oltre i 140 caratteri
La UE indaga su WhatsApp

Dopo essersi confrontata con Google, per la sua posizione dominante nel mercato delle ricerche e dell'advertising, e con Apple, per la fiscalità di vantaggio ottenuta collocando la sua sede del Vecchio Continente in Irlanda, ora la Commissione Europea avrebbe intenzione di svolgere un'indagine a carico di Menlo Park puntando la sua lente d'ingrandimento su WhatsApp.

Margrethe Vestager e gli altri commissari dell'autorità Antitrust vorrebbero chiarire in particolare le questioni inerenti la condivisione dei dati degli utenti tra le due piattaforme, com'è noto infatti esse fanno capo alla medesima proprietà. A tal proposito è da segnalare che a sua tempo la UE non segnalò nessun ostacolo all'unione delle due società.

Continua dopo la pubblicità...

Ad attirare l'attenzione della Commissione sarebbe stata la recente modifica delle policy di WhatsApp, le nuove condizioni d'uso prevedono infatti che Facebook possa utilizzare le informazioni raccolte tramite la sua controllata per effettuare attività di profilazione con cui proporre annunci pubblicitari maggiormente attinenti alle preferenze di ciascun iscritto.

Ora, è bene ricordare che la UE non formulò alcuna opposizione alla fusione tra il Sito in Blue e WhatsApp proprio perché i dati delle loro utenze (almeno nelle intenzioni iniziali) non erano destinati ad essere unificati; quindi, con il cambiamento in atto potrebbero crollare gli stessi presupposti che avevano permesso il rilascio del nullaosta all'acquisizione.

Dichiarandosi disponibili a collaborare con la Commissione Europea, i responsabili di Facebook e WhatsApp avrebbero affermato di lavorare costantemente per garantire la massima riservatezza dei dati personali (si pensi per esempio al supporto per la crittografia end-to-end) e di aver dato agli iscritti la possibilità di condividere o meno le proprie informazioni.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.