Verizon offre da 3 miliardi di dollari per Yahoo!

Verizon offre da 3 miliardi di dollari per Yahoo!

Il gigante delle telecomunicazioni Verizon sarebbe intenzionato ad acquisire Yahoo! per una cifra pari a 3 miliardi di dollari; si tratta di un'offerta abbastanza contenuta considerando la storia di Sunnyvale e il fatto che a sua tempo (era il 2008) la Casa di Redmond si dichiarò propensa a concludere lo stesso affare per ben 45 miliardi.

Yahoo! ha contribuito a creare il Web così come oggi lo conosciamo insieme a realtà come Mountain View, ma con il passare degli anni la sua situazione finanziaria è andata costantemente deteriorandosi; da questo punto di vista la nomina dell'ex dirigente di Big G Marissa Mayer come CEO della compagnia non sembrerebbe aver sortito gli effetti sperati.

Per il momento né i vertici di Verizon né quelli di Yahoo! avrebbero confermato la notizia, è inoltre molto probabile che il management di Sunnyvale stia aspettando un'altra offerta, quella del fondo internazionale di private equity TPG, per capire se il proprio gruppo possa essere ceduto per cifre più elevate rispetto a quelle annunciate fino ad ora.

Verizon è già proprietaria di Aol, acquisire anche il controllo di Yahoo! potrebbe contribuire a renderla un soggetto di rilievo nel settore dell'advertising online; l'idea dovrebbe essere quella di licenziare la Mayer e mettere al sua posto Tim Armstrong, l'attuale CEO di Aol vanta infatti una maggiore esperienza per quanto riguarda le strategie pubblicitarie.

Continua dopo la pubblicità...

Se tale progetto dovesse andare in porto Google e Facebook potrebbero dover competere con un nuovo concorrente sufficientemente strutturato per proporsi come alternativa ai loro network, mentre per Yahoo! si tratterebbe sostanzialmente dell'inizio della fine dopo un'avventura cominciata nel tecnologicamente lontano 1994.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.