Windows 10 combatte i malware con l'AI

Windows 10 combatte i malware con l'AI

Fall Creators Update è il nome del prossimo aggiornamento cumulativo che coinvolgerà la piattaforma Windows 10, anticipandone alcune caratteristiche la Casa di Redmond ha reso noto che in esso verranno integrate delle funzionalità per la rilevazione dei malware basate sulle tecnologie per l'Intelligenza Artificiale.

Come confermato da Microsoft, le nuove feature per la sicurezza dovrebbero essere disponibili inizialmente per i clienti business e l'utenza aziendale, successivamente esse verranno estese anche alla fascia consumer. L'azienda californiana starebbe agendo per colmare quello che avrebbe definito un ritardo da parte dell'industria.

Continua dopo la pubblicità...

Questo innovativo sistema dovrebbe garantire un elevato livello di precisione grazie ad una metodologia basata sulle analisi comportamentali. Machine learning, elaborazione dei Big Data e soluzioni automatizzate permetteranno di rilevare più facilmente l'azione dei malware sulla base di pattern continuamente aggiornati e migliorati.

Parliamo in sostanza di un'evoluzione del Windows Defender Advanced Threat Protection, o più sinteticamente ATP, che verrà maggiormente integrato all'interno di Windows 10 in modo da coprire qualsiasi aspetto del sistema operativo, compresa l'interazione con device esterni che potrebbero nascondere delle minacce.

Il meccanismo alla base della nuova versione di ATP non sarà molto diverso da quello che regola le altre soluzioni anti-malware; anche in questo caso infatti verrà utilizzato un sistema basato sulla firme, ma con la differenza che esse verranno prodotte automaticamente sulla base delle informazioni presenti nel Cloud di Microsoft.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.