I Winklevoss porteranno Bitcoin a Wall Street

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteSpark: piattaforma Open Source per la stampa 3D
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup

I fratelli Winklevoss, "gemelli terribili" (e ricchissimi) noti per la loro causa legale milionaria contro Mark Zuckerberg, sono da tempo impegnati in investimenti su Bitcoin, la criptovaluta creata nel 2009 che negli ultimi mesi è stata protagonista di paurose oscillazioni di valore.

Tyler e Cameron, a cui appartiene il fondo denominato Winklevoss Bitcoin Trust, avrebbero già cominciato ad avviare le pratiche per una quotazione in Borsa che la SEC (Securities and Exchange Commission) richiede prima di ogni IPO (Initial Public Offering).

In pratica, il progetto dei due fratelli di Southampton dovrebbe essere quello di mettere in vendita 1 milione di titoli azionari del proprio fondo ad un prezzo pari a circa un quinto del valore di Bitcoin; al cambio attuale si parlerebbe quindi di 90 dollari ad azione.

La strategia finanziaria dei Winklevoss potrebbe risultare premiante se caratterizzata dalla giusta tempistica, questo per via del fatto che Bitcoin è interessato da importanti novità, come per esempio la possibilità di essere utilizzato per raccogliere fondi elettorali negli USA.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.