Per l'AGCM Google è in odore di monopolio

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteSmartphone e computer anche in riva al mare
  • SuccessivoHigh Roller: un nuovo metodo per attaccare l'home banking
Per l'AGCM Google è in odore di monopolio

L'AGCM, cioè l'Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato, ha recentemente espresso preoccupazione riguardo al rapporto tra Google e libera concorrenza; il pericolo paventato sarebbe quello di un passaggio da una situazione di egemonia ad un vero e proprio monopolio.

Il riferimento dell'AGCM riguarderebbe in particolare il mercato dell'advertising, quest'ultimo sarebbe fortemente condizionato dalle scelte di Mountain View in quanto, sul Web, buona parte dei contenuti vengono ricercati e raggiunti dagli utenti proprio attraverso il noto motore di ricerca.

Continua dopo la pubblicità...

Tale situazione sarebbe dovuta in particolare all'assenza di una normativa in proposito, l'Antitrust vorrebbe quindi effettuare una profonda revisione dell'attuale sistema di valutazione delle dimensioni economiche aziendali per bloccare sul nascere possibili istanze monopolistiche.

Rimane da capire se le ragioni dell'AGCM, esposte tra l'altro all'interno di una relazione annuale presentata in Senato, verranno recepite da un gruppo come quello di Mountain View che, agendo in modo transnazionale, potrebbe non essere pronto a richieste di regolamentazione basate sulle normative di singoli paesi.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.