App Store: addio alle vecchie App

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
App Store: addio alle vecchie App

A partire dal 7 settembre 2016 saranno attive per l'App Store delle nuove linee guida riguardanti le applicazioni pubblicate, il market place della Casa di Cupertino verrà infatti ripulito dalle App più datate e non funzionanti mentre sarà introdotta una politica più stringente per quanto riguarda i nomi da associare alle risorse offerte per il download.

I primi titoli ad essere coinvolti nel repulisti di Apple saranno quelli che manifestano dei crash già in fase di avvio, gli sviluppatori avranno comunque a disposizione un mese di tempo per applicare le correzioni e gli aggiornamenti che possano rendere i loro software compatibili con le clausole previste dalle nuove policy.

Stesso discorso per quanto riguarda quelle applicazioni che non offrono un sufficiente supporto alle nuove funzionalità introdotte nel tempo nei dispositivi della Mela Morsicata; rimane comunque da chiarire che chi dovesse aver già installato una di queste App continuerà ad averla sul proprio device fino all'eventuale rimozione manuale.

Realtivamente alle regole sui nomi, questi dovranno essere più brevi che in passato, il nuovo limite imposto dall'azienda californiana arriva infatti ad appena 50 caratteri. Da una parte saranno premiati coloro che dimostreranno capacità di sintesi, dall'altra si eviteranno fenomeni di spam fino ad ora mal sopportati per quanto non espressamente vietati.

Si vuole così evitare di promuovere ulteriormente in cosiddetto fenomeno del "conquesting", quest'ultimo si è spesso rivelato una modalità per il raggiungimento di migliori posizioni in classifica anche sfruttando i trademark di società di terze parti coinvolti soltanto marginalmente dalle feature di un'applicazione pubblicata.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti