Da Apple un codice di condotta per i fornitori

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteMercato della Apps quadruplicato entro il 2018
  • SuccessivoFacebook incrementa le opzioni per l'identità sessuale
Da Apple un codice di condotta per i fornitori

La Casa di Cupertino non avrebbe alcuna intenzione di rimanere invischiata in scandali causati dalle condizioni di lavoro dei dipendenti dei propri fornitori, molti di essi infatti operano in Asia e in particolare in Cina, un paese non certo all'avanguardia in questo settore.

Per questo motivo Tim Cook e soci hanno deciso di divulgare il codice di condotta che le aziende partner di Apple dovranno osservare con scrupolo se vorranno continuare a collaborare nella produzione di dispositivi targati con il logo della Mela Morsicata.

Continua dopo la pubblicità...

In tale codice vengono specificati i materiali da utilizzare, essi non devono essere tossici per la manodopera e non potranno provenire da mercati di guerra; spesso infatti le aziende asiatiche acquistano tungsteno, stagno, oro e tantalio da nazioni africane in conflitto.

Le ultime verifiche di Cupertino avrebbero registrato un miglioramento generale delle condizioni di lavoro presso gli assemblatori (turni, corsi di aggiornamento, straordinari..) e la totale assenza dei materiali "proibiti"; nel complesso le regole del codice di condotta sarebbero state rispettate con una frequenza del 95%.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.