Arriva iXem, altro che WiMax

Arriva iXem, altro che WiMax

Avvolte i tempi della politica, ma non di rado anche quelli del mercato, faticano a star dietro ai cambiamenti tecnologici; così, mentre in Italia ci si accapiglia ancora per le procedure che porteranno all'assegnazione del WiMax, c'è chi al Politecnico di Torino stabilisce un record mondiale grazie ad un collegamento wireless a 20 Mbit/s a 300 Km di distanza senza l'utilizzo di ripetitori.

iXem, così si chiama la nuova tecnologia di trasmissione, supera di gran lunga il WiMax capace di coprire al massimo distanze lunghe fino a 50 Km. Per permettere le comunicazioni iXem sfrutta una potenza addirittura più bassa di un comune telefonino e si alimenta tramite un semplice pannello solare.

Continua dopo la pubblicità...

iXem è stato pensato come strumento contro il digital divide e nasce come una tecnologia economica da utilizzare nei paesi del Terzo Mondo; i risultati ottenuti spingono però a pensare ad un utilizzo molto più diffuso, politica e mercato permettendo.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.