Banda ultralarga: le PMI italiane sono "lente"

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteSIAE e Algorand: una Blockchain per la tutela del Copyright
  • SuccessivoJeff Bezos: le Big Company sono importanti per la sicurezza nazionale
Banda ultralarga: le PMI italiane sono "lente"

Il rapporto "Imprese e Ict 2019" dell'Istat descrive un panorama della piccole e medie imprese italiane in cui le connessioni su banda ultralarga starebbero sì iniziando a diffondersi, ma in modo ancora troppo lento. Ad oggi soltanto il 41% delle aziende analizzate navigherebbe ad almeno 30 Mbps e appena il 13.8% ad almeno 100 Mbps.

Si tratterebbe di percentuali doppie rispetto a quelle registrate nel corso del 2015, ma in generale le performance delle PMI nostrane risulterebbero essere ancora poco elevate se confrontate con quelle delle realtà più strutturate. Nello stesso intevallo di tempo le grandi imprese sarebbero infatti passate dal 40.1% al 75.9% per quanto riguarda la possibilità di utilizzare connessioni ultraveloci.

Continua dopo la pubblicità...

Tra le buone notizie vi sarebbe però quella relativa alla virtuosità dimostrata da alcune regioni del Meridione, nello specifico Calabria, Campania, Sicilia e Molise, che nonostante un tessuto economico tutt'altro che florido riuscirebbero a piazzarsi tra le prime dieci in Italia per numero di imprese in grado di lavorare con velocità di connessione di almeno 30 Mbps in download.

Insieme al Nord Ovest, il Sud della Penisola disporrebbe inoltre della percentuale più elevata di aziende dotate di connessioni con velocità minima pari a 30 Mbps (43%), mentre sarebbero peggiori i dati registrati nel Centro (39.7%) e nel Nord Est (38.9%). Nel complesso circa il 60% delle attività rilevate non opererebbe ancora su banda ultralarga.

Ancora risicata la quota di aziende che includono esperti informatici nel loro organico, nelle realtà con meno di 10 addetti essi non sarebbero presenti in più del 16% dei casi, mentre l'incremento per quanto riguarda le imprese con più di 250 dipendenti non sarebbe stato particolarmente rilevante (dal 71.8% al 73.1% fra il 2015 e il 2018).

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.