A Bari le fideiussioni si certificano con la Blockchain

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteIl cloud vale 80 miliardi. AWS guida la classifica seguito da Azure di Microsoft
  • SuccessivoTwitter: crescono i profitti (ma calano gli utenti attivi mensilmente)

Il Comune di Bari ha dato vita ad un progetto finalizzato a digitalizzare la gestione delle polizze fideiussorie tramite l'utilizzo delle tecnologie distribuite. Tale iniziativa, implementata in collaborazione con SIA, mira a dematerializzare i processi che portano al rilascio delle polizze da parte di assicurazioni, intermediari e istituti di credito.

DLT a garanzia di trasparenza e correttezza

Le DLT (Distributed Ledger Technology) dovrebbero quindi rappresentare degli strumenti validi per il contrasto alle frodi, la diminuzione dei tempi di attesa in fase di erogazione e l'eliminazione degli errori ricorrenti nella gestione manuale degli iter previsti. Il tutto grazie ad un sistema che consentirà di certificare univocamente ogni passaggio che va dalla richiesta all'ottenimento del servizio.

Continua dopo la pubblicità...

Se questo primo tentativo pratico di applicare la Blockchain all'interno di una procedura della Pubblica Amministrazione dovesse avere successo, esso potrebbe essere replicato anche in altri ambiti favorendo la partecipazione delle imprese, generando nuova occupazione e determinando una maggiore sburocratizzazione nei rapporti tra cittadini e istituzioni.

L'infrastruttura SIAchain

L'infrastruttura scelta è nello specifico SIAchain che rende disponibili applicazioni per il business a community di membri registrati e approvati tra cui ad esempio istituzioni finanziarie, aziende e, ovviamente, istituzioni ed enti locali. Tale sistema sarebbe stato scelto in quanto in grado di garantire i livelli di trasparenza, riservatezza e sicurezza necessari.

L'impiego su vasta scala delle DLT è anche uno dei temi maggiormente trattati durante la discussione del cosiddetto "Decreto Semplificazioni" in cui, anche grazie alla formazione di un apposito gruppo di lavoro, è stata inserita una prima ipotesi di definizione legale delle tecnologie distribuite nonché i possibili ambiti di utilizzo di queste soluzioni.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.