Chrome 80 con Heavy Ad Intervention

Chrome 80 con Heavy Ad Intervention

Heavy Ad Intervention è una tecnologia sviluppata da Google che consentirà al browser Chrome di bloccare gli annunci pubblicitari particolarmente "pesanti" dal punto di vista delle risorse nonché i cryptominer, cioè quelle applicazioni (generalmente di carattere malevolo) che estraggono cryprovaluta sfruttando l'hardware del sistema ospitante.

Tale funzionalità dovrebbe essere introdotta ufficialmente a partire dalla versione 80, l'intenzione è qualla di sbarrare la strada a qualsiasi elemento possa interferire negativamente sulla user experience. Verranno bloccate anche le finestre pop-up concepite per lanciare dei video al di sopra dei contenuti centrali così come i banner particolarmente invadenti.

Stesso discorso per quanto riguarda i già menzionati cryptominer, si tratta infatti di soluzioni che nella maggior parte dei casi agiscono all'insaputa degli utenti, privando i loro terminali delle risorse che altrimenti potrebbero essere utilizzate per la navigazione su Internet e per la visualizzazione di contenuti particolarmente impegnativi come le trasmissioni in streaming.

L'Heavy Ad Intervention è un'ulteriore evoluzione delle feature per l'ad-blocking che Mountain View sta integrando nel proprio browser Web, la pubblicità che non rispetta alla lettera le policy di Big G trova così sempre meno spazio, con effetti che in futuro potrebbero facilitare ulteriormente il ruolo dominante che la compagnia si è ritagliata in questo settore.

Continua dopo la pubblicità...

Attualmente l'Heavy Ad Intervention è accessibile tramite il canale Canary di Chrome, per attivarla si dovrà digitare innanzitutto la direttiva "chrome://flags" nella barra degli URL. Fatto questo si aprirà la sezione "Experiments" dove viene elencata anche tale funzionalità che potrà essere abilitata anche come opzione di default.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.