Cina: la censura colpisce anche Skype

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteBene lo shopping online nel Natale 2005
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup
Cina: la censura colpisce anche Skype

Il governo di Pechino ha mietuto un'altra vittima eccellente. Dopo Microsoft e Yahoo!, anche Skype, società leader delle comunicazioni VoIP, ha dovuto cedere alle pressioni della censura.
Intimoriti dalla possibilità di essere sbattuti fuori da uno dei mercati (potenzialmente) più ricchi del mondo, anche i vertici di Skype hanno dovuto chinare la testa e dire di sì.
In sostanza la società si è impegnata a filtrare dalle comunicazioni le parole considerate "potenzialmente pericolose" come: "Dalai Lama", "democrazia". ecc.
Tecnicamente parlando, quando un cinese pronuncerà i termini "vietati", il software di Skype riconoscerà il vocabolo proibito e lo coprirà automaticamente con un miagolio digitale o qualcosa del genere... una sorta di "bip" del terzo millennio, sullo stile delle parolacce in TV... quando ancora non si potevano dire.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.