Copia privata: rincari in arrivo

  • ForumDiscuti sul forum
  • Precedente100 miliardi di dollari dalla Web Tax
  • SuccessivoPremio Nazionale sull'Innovazione Digitale da Anitec-Assinform
Copia privata: rincari in arrivo

Il Governo Conte starebbe studiando un'ipotesi di rincaro dei cosiddetti compensi per la copia privata. Si tratta in sostanza di una maggiorazione sul prezzo applicata a qualsiasi dispositivo elettronico integri una memoria fisica (o possa montarla) con lo scopo di remunerare autori ed editori di un contenuto "eventualmente" duplicato dall'utilizzatore.

Del provvedimento si starebbe si starebbe occupando il MiBACT (Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo) ma l'approvazione della bozza ora in discussione potrebbe essere imminente. Tra i beni soggetti al contributo dovrebbero esserci come in precedenza PC, smartphone e tablet, mentre fra le novità troviamo gli smartwatch.

Continua dopo la pubblicità...

Per quanto riguarda i rincari, l'intenzione dovrebbe essere quella di un incremento dall'attuale compenso (5.20 euro) fino a quota 6.90 euro per i Pc nonché gli smartphone e i tablet con memoria superiore ai 128 Mb. Supporti ottici vergini (CD e DVD scrivibili e riscrivibili), memory card e pendrive USB potrebbero invece registrare una leggera modifica al ribasso.

Relativamente agli smartwatch, la rimodulazione del contributo per copia privata dovrebbe variare in base alla quantità di memoria disponibile, per cui si potrebbe andare da un minimo di 2.20 euro ad un massimo di 5.60 euro. Prevedibile la reazione negativa sia da parte delle associazioni di categoria che di quelle a tutela dei consumatori, convinte che i rincari non giovino all'innovazione del Paese.

Il compenso per copia privata è infatti figlio di modalità di fruizione ormai per molti versi datate, ad oggi, considerando la grande disponibilità di servizi per lo storage in Cloud e le innumerevoli possibilità di accedere legalmente e a prezzo contenuto ai contenuti digitali in streaming, il salvaggio su memoria fisica è divenuta una prassi molto meno frequente rispetto al passato.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.