EU: Microsoft rispetti il GDPR

EU: Microsoft rispetti il GDPR

Dopo l'applicazione del GDPR (General Data Protection Regulation) in tutti gli stati membri dell'Unione Europea la UE si è trovata a fronteggiare un problema di non facile gestione: le aziende propongono contratti le cui clausole garantiscono l'osservanza del Regolamento, ma come verificare che quest'ultimo venga effettivamento rispettato?

L'unica soluzione praticabile è quella dei controlli costanti sull'operato delle compagnie, un compito non sempre facile dato che spesso queste usufruiscono di servizi in outsourcing che hanno accesso ai dati degli utenti. A tal proposito è possibile citare il caso dell'EDPS (European Data Protection Supervisor) che avrebbe dato vita ad un'indagine su Microsoft.

Secondo il Garante Europeo per la Protezione dei Dati l'analisi delle rapporti di fornitura tra la Casa di Redmond e la UE avrebbe generato alcune perplessità riguardo al modo in cui l'azienda garantisce il rispetto della privacy. Le indagini sarebbero però ancora in corso e quanto emerso dalle fasi preliminari potrebbe essere smentito o confermato nei prossimi mesi.

Tale valutazione farebbe seguito alle preoccupazioni espresse dalla Data Protection Agency olandese che nel corso del 2017 chiese al gruppo guidato da Satya Nadella di modificare le modalità con le quali il sistema operativo Windows 10 raccoglieva le informazioni riguardanti i propri utilizzatori. Un'iniziativa simile era stata presa anche in Francia dal CNIL, la Commissione Nazionale per la Protezione dei Dati transalpina.

Continua dopo la pubblicità...

In assenza di una sentenza ufficiale, le relazioni tra il Garante europeo e la Microsoft sembrerebbero favorevoli alla collaborazione. La compagnia avrebbe già deciso di intervenire sulle criticità evidenziate dall'EDPS e di applicare tutti i correttivi necessari per garantire la massima conformità con il GDPR anche in fase post contrattuale.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.