F8: Facebook chiama a raccolta gli sviluppatori

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteMicrosoft lancia la sua prima distribuzione Linux
  • SuccessivoTroppe tasse, Amazon lascia Seattle?

Si sono appena chiusi i lavori dell'F8 2018, ultima edizione della conferenza che Facebook dedica ogni anno agli sviluppatori che operano all'interno del suo ecosistema. L'appuntamento questa volta era particolarmente atteso perché arrivato a pochi giorni di distanza dallo scandalo che ha visto coinvolte Menlo Park e Cambridge Analytica.

L'F8 è stata quindi l'occasione per rinsaldare i rapporti con i collaboratori di terze parti più stretti, chiamati a scoprire in anteprima alcune importanti novità, come per esempio il progetto che porterà ad un sostanziale rinnovo dell'applicazione per la messggistica istantanea Messanger che godrà anche di un set di API completamento dedicato.

Stesso discorso per la controllata WahtsApp con un annuncio dedicato ai più creativi, il supporto per gli stickers di terze parti, e un altro particolarmente interessante anche per l'utenza business: l'introduzione delle videochiamate di gruppo che renderà questo strumento più concorrenziale rispetto ad alternative come Skype.

Non sono mancati riferimenti importanti anche alla Realtà Virtuale e a quella Aumentata: Oculus Rift è un dispositivo troppo costoso e complesso per attirare l'attenzione degli utenti, e quindi per stimolare la partecipazione degli sviluppatori, ecco allora la proposta Oculus Go, più economico e già corredato da oltre mille applicazioni pronte al download.

Anche Instagram godrà di interfacce per la programmazione più avanzate, gli sviluppatori avranno poi nuove occasioni per integrare applicazioni, implementare filtri e aggiungere effetti VR e AR. L'obbiettivo è quello di garantire un'esperienza utente più omogenea su tutte le funzionalità che compongono il network di Mark Zuckerberg.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.