Facebook: si torna in ufficio ma con calma

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteIntel acquisisce Rivet Networks
  • SuccessivoNasce il Fondo per l'Innovazione tecnologica e la digitalizzazione
Facebook: si torna in ufficio ma con calma

Così come altre grandi aziende dell'High Tech tra cui Google, anche Menlo Park ha studiato una strategia per il ritorno al lavoro dei propri dipendenti dopo l'emergenza creata dalla pandemia di Coronavirus (Sars-Cov-2). Ma se Mountain View sembrerebbe orientata a mantenere la maggior parte dei propri lavoratori in smart working, Facebook starebbe optando per un rientro da operare con cautela.

Le disposizioni attualmente rese note riguardano i collaboratori residenti negli Stati Uniti, per quanto riguarda gli altri molto dipenderà dalle varie normative nazionali sull'allentamento del lockdown. In ogni caso anche negli USA non si tornerà negli uffici prima della metà di luglio, soprattutto in considerazione del numero dei contagi che è ancora elevato.

Nella fase iniziale del rientro potranno tornare in sede non più di 1/4 degli impiegati e a tutti verrà misurata la temperatura corporea. Grazie a questi accorgimenti sarà possibile garantire un sufficiente distanziamento sociale (calcolato in 180 cm tra un lavoratore e l'altro) e si potrà impedire l'ingresso a coloro che potrebbero essere stati infettati.

Nei casi in cui due o più dipendenti dovessero avere la necessità di avvicinarsi a una distanza inferiore rispetto a quella prevista sarà obbligatorio indossare una mascherina. Non saranno più autorizzati i pranzi a buffet, inoltre nessun estraneo potrà entrare all'interno degli edifici e le riunioni di lavoro saranno evitate il più possibile.

Se un dipendente dovesse sentirsi più al sicuro operando in smart working avrà l'opportunità di farlo almeno fino alla fine della stagione estiva, se per allora l'emergenza sanitaria non dovesse rientrare è comunque possibile che tale termine venga protratto fino alla fine del 2020. Per quanto riguarda invece il trattamento economico, Facebook ha già corrisposto un bonus di mille dollari a tutti i collaboratori a tempo pieno per il mese di marzo.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.