Mezzo mondo è su Facebook

  • ForumDiscuti sul forum
  • Precedente Chrome Web Store: nuove policy per gli sviluppatori
  • SuccessivoTutelare la privacy senza sapere come

I risultati dell'ultima trimestrale di cassa di Facebook avrebbe registrato dei risultati sostanzialmente positivi nonostante il calo degli introiti pubblicitari. Nel periodo considerato i ricavi sarebbero stati pari a 17.7 miliardi di dollari con una crescita del 18% su base annuale, mentre i profitti sarebbero stati pari a 4.9 miliardi di dollari per un incremento di 102 punti percentuali.

Numeri così elevati avrebbero determinato in poche ore un aumento del 10% del valore azionario dei titoli di Menlo Park, segno che gli investitori si starebbero rivelando ottimisti riguardo alla prospettiva di un'ulteriore crescita futura. Chiaramente la prova del nove verrà data dal prossimo quarto, quando probabilmente saranno più evidenti gli effetti della crisi economica in atto.

Continua dopo la pubblicità...

Nel complesso il network di Mark Zuckerberg e soci sarebbe in grado di raccogliere circa 3 miliardi di utenti al mese, per arrivare a questa cifra bisogna tenere conto dei frequentatori di tutti gli asset dell'azienda californiana: Facebook, Messenger, Instagram e WhatsApp. Parliamo in sostanza di poco meno della metà della popolazione mondiale.

Ricalcolando il dato relativo all'utenza tenendo conto delle sole persone che hanno accesso a Internet gli utilizzatori dei servizi di Facebook rappresenterebbero non meno del 66% sul totale, inutile dire che a determinare un forte incremento di questa percentuale nel corso degli ultimi mesi sarebbero state anche le limitazioni agli spostamenti divenute necessarie per combattere la pandemia da Coronavirus (SARS-CoV-2).

Per quanto riguarda invece l'andamento del mercato pubblicitario, il perido peggiore sembrerebbe essere stato quello di marzo in corrispondenza con la chiusura del primo quarto, mentre i segnali relativi ad aprile suggerirebbero una situazione in corso di normalizzazione. A questo punto sarebbe interessante scoprire quali aziende hanno ridimensionato i propri investimenti in advertising e quali li hanno invece incrementati.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.