Facebook: una sola Libra non basta

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteWebRating: la pagella di AGCM per le aziende
  • SuccessivoMicrosoft: firmware al sicuro con Secured-core PC
Facebook: una sola Libra non basta

Libra, il progetto di Facebook per la creazione di una moneta virtuale basata sul wallet Calibra, ha dovuto affrontare varie difficoltà ancora prima di essere lanciata. Diverse autorità di controllo del mercato valutario e banche centrali ne hanno sottolineato i rischi se inserita in un settore non regolato e le incognite per la stabilità economica dei Paesi interessati.

Inizialmente la Libra Association, organizzazione privata che gestisce l'iniziativa, aveva l'obbiettivo di creare un'alternativa alle divise tradizionali che potesse essere utilizzata a livello globale. Ora, stando alle più recenti dichiarazioni del responsabile David Marcus, Libra potrebbe assumere una forma diversa, differenziandosi a seconda dell'area di riferimento.

Continua dopo la pubblicità...

L'idea dovrebbe essere quella di mantenere lo status di stablecoin, cioè di una moneta elettronica il cui valore è ancorato a quello di asset reali, ma realizzando delle varianti su misura per il mercato di destinazione. Si potrebbe quindi avere una "Libra Dollaro" per gli Stati Uniti, una "Libra Sterlina" per il Regno Unito, una "Libra Euro" per l'Unione Europea e così via.

Marcus avrebbe sottolineato che quella descritta è soltanto una delle ipotesi attualmente in corso di valutazione. Libra dovrebbe diventare disponibile entro giugno del prossimo anno, Menlo Park e le altre aziende attualmente coinvolte (al netto delle recenti defezioni) hanno quindi ancora qualche mese di tempo per definire la strategia da seguire.

Non è nemmeno escluso che il debutto della cryptovaluta possa essere rimandato in attesa di adattare le specifiche di Libra alle normative monetarie vigenti. Da questo punto di vista una nuova impostazione, basata su accordi specifici con le autorità dei singoli Paesi, potrebbe rivelarsi congeniale per superare gli ostacoli alla diffusione del progetto.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.