Facebook vuole la sua cryptovaluta?

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteE-commerce: chi investe in sicurezza vende di più!
  • SuccessivoSkype: più qualità contro la crisi di utenza
Facebook vuole la sua cryptovaluta?

I vertici di Menlo Park starebbero studiando la possibilità di lanciare una propria cryptovaluta grazie alla quale rendere più semplici i passaggi monetari all'interno del social network e delle applicazioni correlate. Uno degli asset maggiormente coinvolti da questa novità potrebbe essere il Facebook Marketplace.

Responsabile di tale progetto dovrebbe essere David Marcus, verrebbero così smentite le voci che volevano questo dirigente penalizzato dalla recente ristrutturazione che ha coinvolto il management del gruppo capitanato da Mark Zuckerberg. Marcus era infatti alla guida della divisione Messanger e il suo destino all'interno dell'organigramma non era ancora chiaro agli analisti.

Continua dopo la pubblicità...

Nello specifico gli sarebbe stato affidato il compito di studiare le possibili applicazioni della Blockchain all'interno della piattaforma di casa, quest'ultima dovrebbe garantire non soltanto un controllo completo su tutti gli spostamenti di denaro (virtuale) ma anche un elevato livello di sicurezza e certificazione delle transazioni.

Da segnalare che l'indiscrezione di una crytovaluta targata Facebook non arriva del tutto inattesa, in passato l'azienda californiana aveva già progettato una sua introduzione, ma tutto era rimasto alla fase progettuale. Ad oggi non si ha notizia di sperimentazioni a riguardo ma a ciò potrebbe pensare presto la nuova divisione Blockchain.

E' altamente improbabile che la moneta virtuale del Sito in Blue diventi disponibile a breve, ammesso che vedrà mai la luce e che Facebook abbia realmente intenzione di introdurla. Date le sue implicazioni un progetto del genere necessiterà probabilmente di anni prima di essere proposto all'utenza.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.