Il Garante privacy blocca TikTok

 Il Garante privacy blocca TikTok

Il Garante per la protezione dei dati personali ha disposto nei confronti del social network TikTok il blocco immediato dell'uso dei dati personali degli utenti per i quali non sia stata accertata con sufficiente certezza l'età anagrafica. L'iniziativa farebbe seguito alla tragica vicenda che ha visto la scomparsa di una bambina di appena 10 anni utente della piattaforma.

Tik Tok è accusato di non essere sufficientemente attento a tutelare i minori e i loro dati personali

Già a dicembre l'Authority aveva contestato alla creatura di ByteDance una serie di violazioni tra cui scarsa attenzione alla tutela dei minori, facilità di aggirare i divieti riguardanti l'età minima per l'iscrizione (13 anni) prevista dal servizio stesso, poca trasparenza e chiarezza nelle informazioni messe a disposizione agli utenti nonché uso di impostazioni di default non rispettose della privacy.

Nello specifico il Garante avrebbe vietato a TikTok di trattare ulteriormente i dati degli utenti per i quali non vi sia assoluta certezza dell'età e di conseguenza del rispetto delle disposizioni correlate al requisito anagrafico per l'iscrizione e la frequentazione del network, piattaforma che ha proprio tra i giovanissimi il suo target privilegiato.

Il divieto dovrebbe durare, almeno per il momento, fino al 15 febbraio 2021, scadenza entro la quale l'Authority si sarebbe riservata ulteriori valutazioni. Non è quindi escluso che, in mancanza di adeguate rassicurazioni da parte di TikTok riguardo ai controlli, l'inibizione possa protrarsi per un periodo ancora più lungo o prevedere ulteriori restrizioni.

Continua dopo la pubblicità...

Dato che, come altre Big Company High Tech che non sono nate nel Vecchio Continente, TikTok ha deciso di collocare la propria sede legale europea a Dublino, il provvedimento di blocco verrà portato all'attenzione dell'Autorità irlandese con la possibilità che le vicende che lo hanno determinato possano essere discusse anche all'interno dell'Unione.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.