Google negozia l'acquisizione di Firework

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteCYBERSCUDO, una certificazione per combattere il cyberbullismo
  • SuccessivoHuawei: rimarremo in Italia per il 5G
Google negozia l'acquisizione di Firework

Mountain View sarebbe in trattativa per l'acquisizione di Firework, un'applicazione per i dispositivi mobili che consente di pubblicare filmati di breve durata. Tale interessamento avrebbe diffuso il sospetto che Google abbia intenzione di creare un social network dedicato ai giovanissimi sullo stile dell'emergente TikTok.

Per il momento non sarebbe stata ufficializzata alcuna offerta economica, ma è probabile che essa possa aggirarsi intorno ai 100 milioni di dollari. Entrare a far parte della grande famiglia di Big G potrebbe sancire il successo del progetto nato in California (la software house di Firework ha sede a Redwood City), ma vi sarebbero anche altre compagnie intenzionate a prenderne il controllo.

Continua dopo la pubblicità...

Stando alle indiscrezioni attualmente circolanti, tra queste ultime vi potrebbe essere anche Weibo (o per esteso "Sina Weibo"), una piattaforma per il microblogging che pur presentando anche funzionalità simili a quelle di Facebook rappresenta di fatto la risposta orientale a Twitter. Attualmente circa il 30% dell'utenza cinese di Internet avrebbe attivato un account su Weibo.

I negoziati tra il gruppo capitanato da Sundar Pichai e Firework verrebbero già seguiti con particolare attenzione dagli analisiti finanziari, non pochi esperti del settore avrebbero infatti paventato l'ipotesi che Google possa essere in procinto di effettuare la sua acquisizione più importante dai tempi di quella che nel 2006 aveva visto YouTube passare tra le sue fila.

Nato da un'iniziativa di alcuni ex dirigenti della Snap (la società a cui fa capo l'applicazione per la messaggistica istantanea Snapchat), in futuro Firework potrebbe quindi diventare parte del colosso dello streaming. Non a caso alla conduzione delle trattative starebbero partecipando anche alcuni manager di YouTube chiamati in causa per la loro competenza nel settore.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.